IL CUBILOTTO Omaggio ad Harold Pinter



documentazione stampabile | rassegna stampa


Lo spettacolo e’ un collage di alcuni dei monologhi e dialoghi più conosciuti del drammaturgo e premio Nobel Harold Pinter. La voglia di realizzare lo spettacolo nasce dalle serate di work in progress che, di tanto in tanto, la Compagnia G.o.D.o.T. realizza con gli allievi dei suoi laboratori di teatro; delle vere e proprie lezioni aperte dove i discenti hanno la possibilità di confrontarsi con il pubblico, di far vedere i progressi raggiunti e di misurarsi anche con autori importanti.
La sapiente scrittura di Pinter, la sua ironia e, al tempo stesso, la sua naturale predisposizione per la sceneggiatura cinematografica, conferiscono ai quadri che compongono lo spettacolo un’aura sospesa fra il teatro naturalistico e quello dell’assurdo. Infatti, le pause, certi anacoluti e, soprattutto, il tema dell’attesa che riscontriamo nella sua prosa, o la sensazione di totale isolamento - seppur nel rapporto dialogico serrato - ci riportano alla grande questione dell’incomunicabilità (tratto distintivo della straordinaria influenza che Beckett ha avuto su tutta la sua opera). C’e’ nelle pagine di quest’autore qualcosa di inesplicato, di ermetico oserei dire e, al tempo stesso, di leggero ed evanescente che dirige il regista su strade impreviste e che permette all’attore di sorprendersi, sorprendendo continuamente.

Vittorio Bonaccorso