L'AMORE DI PAPAGENO E PAPAGENA (da Il flauto magico)



documentazione stampabile | rassegna stampa


Due dei nostri più talentuosi e giovani attori, Giuseppe Arezzi e Federica Guglielmino, prendono il testimone di questo spettacolo (che nella precedente edizione vedeva in scena Federica Bisegna e Genny Lacava).

L’opera, per le infinite simbologie e metafore, ha moltissimi personaggi e una trama complicatissima che Federica Bisegna ha cercato di sintetizzare per renderla fruibile al pubblico di tutte le età. Al di là della provenienza più o meno esoterica dell’opera, da “Il flauto magico” prendiamo in prestito il rapporto contrastato di due dei personaggi centrali, Papageno e Papagena, che si amano alla follia. Un amore travagliato che deve superare prove difficilissime per arrivare al famoso finale di quasi tutte le favole “… e vissero tutti felici e contenti”, così come nella vita di tutti i giorni noi dobbiamo lottare per guadagnarci la fiducia, il rispetto, l’affetto e l’amore degli altri. Da qui il pretesto per raccontare, per grandi linee, attraverso il teatro di figura e quello di narrazione, tutta l’intricata storia con i vari personaggi da Tamino a Pamina, da Sarastro alla Regina della Notte, a Monostatos, ecc, e per raccogliere e sottolineare i messaggi che se ne possono trarre, due su tutti: la trasformazione di un uomo rozzo, ignorante e debole in uomo saggio e gentile grazie all’amore ed alle prove che deve superare per ottenere la stima dell’amata, e la consapevolezza che il bene ed il male non sempre sono rappresentati per quello che sono e che, talvolta, sono soltanto i due lati della stessa medaglia. Tutto sublimato dalle immortali note del genio assoluto di Mozart, che abbiamo utilizzato come un tappeto magico sul quale far volare questa nostra piccola - grande favola. 

Vittorio Bonaccorso