LA LUPA



documentazione stampabile | rassegna stampa


La Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa ha messo in scena l’opera nel 1999, inaugurando Villa Criscione - ai tempi recentemente restaurata - per restituire al dramma tutta la forza ed l’autenticità che richiede il verismo di Verga.

La lupa è un dramma teatrale in 2 atti scritto nel 1886. L’opera, tratta da una delle più amate novelle dello stesso Verga e facente parte della raccolta capolavoro "Vita dei campi", è frutto della disperata rassegnazione degli umili di quella Sicilia balzata prepotentemente alla fantasia creatrice del Verga ed è considerata, giustamente, un fenomeno di rilievo nella storia della letteratura e della critica letteraria italiana, ricco di quei fermenti culturali che si riflettono, ancora, ai nostri giorni. Definito, dai più importanti critici, il più gran narratore italiano dopo il Manzoni, il Verga, ci conduce per mano in quel cammino tortuoso e incessante di un’umanità di vinti, il cui destino, a volte, è crudele.
Il destino della Lupa per esempio, personaggio epico tra i più intensi e drammatici, attraverso cui si dipana la trama del capolavoro verghiano. La storia è ambientata nella contea di Modica del secolo scorso e vede, perciò, protagonisti i contadini della nostra provincia, immersi in un mondo che non esiste più e del quale possiamo cogliere gli aspetti, le tradizioni e le abitudini soltanto attraverso grandi opere letterarie come questa.

Vittorio Bonaccorso